Caldonazzo

Partiamo ora con il prossimo percorso!
Questo itinerario che stiamo per illustrarvi è molto interessante e coinvolgente passando da paesaggi totalmente naturalistici ad altri in mezzo a piccoli paesini dove poter inoltrarsi nella storia, nell’arte e nelle tradizioni di queste.

Questo può partire o finire (dipende se partite da noi per andare su o partite da su per venire da noi)  da Caldonazzo un comune nella provincia di Trento.
Da Caldonazzo seguiamo la pista ciclabile Valsugana fino a Bassano del Grappa e dopodiché torniamo lungo il fiume Brenta per seguire il nostro percorso fino ad arrivare a Padova e poi da Padova fino alla magica laguna di Venezia.
Da Bassano in poi il percorso non è segnalato e da Padova in poi viaggiamo su strade trafficate.
Ovviamente ci sono molte varianti in base al tipo di percorso che siete pronti per intraprendere, tra lunghi tratti sterrati che possono essere evitati o scelti appositamente se siete più esperti e sopratutto muniti di una mappa. Quindi è consigliato un buon studio prima di partire, sia della mappa sia del vostro fisico 🙂

Il percorso è un po’ problematico come vedrete nel prossimo riassunto in tappe, perchè per raggiungere Venezia dovete percorrere strade non perfettamente percorribili e  lasciare la bici prima di prendere il traghetto. Si dovrebbe cercare di valorizzare e migliorare una ciclabile che già esiste ma forse per la poca utilizzazione o interesse (?) non viene resa più efficiente. Anche perchè questo, insieme ad altri percorsi, è uno dei pilastri della ciclovia in Veneto; mi informerò per voi se le condizioni da Bassano in poi vengono migliorate.

Ma aldilà delle condizioni che verranno migliorate e mantenute ricordiamoci che ci troviamo in una regione piena di fascino e luoghi d’interesse: a Borgo Valsugana potreste visitare i castelli, i laghi di Levico e Caldonazzo, riserve naturali e poi ovviamente tutte le città che passate come Bassano del Grappa, Padova e ovviamente l’arrivo a Venezia. 

Organizzando l’itinerario, che in tutto è di circa 200 km, in tappe, è bene seguire queste indicazioni:
Da Caldonazzo a Bassano del Grappa (75KM) :  ciclabile Valsugana che è asfaltata e segnalata, il percorso è tranquillo e piacevole.
– Da Bassano del Grappa a Padova (60KM)  ci sono due possibilità: un percorso asfaltato (più adatto al cicloturismo) e un percorso sterrato (mountain bike)
– A Padova : percorso asfaltato o sterrato da Limena a Stra o sterrato lungo i canali Brentella e Piovego
– Da Stra a Fusina di Venezia (35KM) : il percorso è asfaltato, solo in parte segnalato, il traffico è scarso ma attenti perchè a volte pericoloso.
Il percorso qui in effetti è un po’ complicato, da Stra a Malcontenta bisogna seguire stradine interne a sud del naviglio del Brenta, asfaltate si ma aperte al traffico. Per arrivare a       Venezia vi ricordiamo poi che bisogna prendere il traghetto da Fusina, ma qui dovete lasciare la vostra bici perchè a Venezia è vietata.
– Altrimenti, la via più breve è seguire la variante Bassano-Castelfranco-Mestre, senza passare per Padova. (65KM) 

Quindi riassumendo potete utilizzare questo percorso per partire da qui e andare a visitare Bassano del Grappa senza per forza salire troppo, ecco qui la mappa: