Bici speciali

Il primo di tutti è il Tandem. Simpatica e divertente maniera per pedalare in coppia. Ovviamente ci sono delle regole per arrivare sani e salvi a casa.. tipo che il secondo passeggero  non può sterzare e il primo deve prendere le decisioni altrimenti ragazzi miei… si cade!!
Ah P.S. Si presta bene a corse in piano, ma non alla salita mi raccomando.

Poi abbiamo la Recumbent. Si dice che per chi la sceglie, e non sono in pochi, sarà difficile tornare al punto di partenza!  La recumbent è la bicicletta reclinata, con più aerodinamicità delle classiche due ruote. Certamente all’inizio la stabilità sarà difficoltosa, ma nulla che non si assesti facilmente.

Ora abbiamo la Bici a pedalata assistita (EPAC/pedelec/e-bike). Il nome lo prende dal motorino elettrico agganciato posteriormente, anteriormente o sui pedali, che assiste la pedalata fino al raggiungimento dei 25 km/h per poi sganciarsi. Per questo nel codice stradale nazionale è comunque ritenuta una semplice bicicletta.
Preferita da chi non è in forma o si reca al lavoro in bici.
Svantaggio? ha un costo un po’ esagerato.